Casa Giano
Uno stretto appartamento in un edificio del diciassettesimo secolo nel centro di Bologna è stato ripensato traendo vantaggio dal suo doppio affaccio. Da un lato una vitale e caotica strada del rione universitario, dall’altro la rilassante atmosfera dei giardini del Conservatorio. Questo dualismo guida il semplice ma potente concetto del progetto di ristrutturazione: Sul lato strada la zona giorno appare come un elegante ma informale spazio di accoglienza intriso del gioioso vociare della scena urbana, sull’altro fronte la camera da letto è un ambiente più introspettivo e intimo, contemplativo dinanzi alla ben più pacata scena della corte verde. Fra i due spazi un massivo blocco servizi assorbe nel suo volume intagliato l’ingresso, il bagno degli ospiti e la cucina.

Continuando, accetto che Miro Architetti e il gruppo Houzz utilizzino cookie o tecnologie simili al fine di ottimizzare i loro rispettivi prodotti e servizi, fornirmi contenuti rilevanti e personalizzare la mia esperienza. Per saperne di più sull'Informativa sulla Privacy di Miro Architetti e l'Informativa sulla Privacy di Houzz.